I nostri materiali didattici

Le dispense sono state create dagli insegnanti che lavorano nella scuola e sono frutto della pratica quotidiana d’insegnamento. Alla base dei materiali c’è la volontà di offrire agli studenti attività che li motivino e li spingano alla comunicazione  nella lingua target, una lingua il più possibile autentica, ma soprattutto la possibilità di diventare capaci di scoprire la lingua in autonomia. Le dispense sono organizzate seguendo i livelli del QCE ed ogni livello si suddivide in tre moduli composti da circa 6 unità. Le unità, secondo le fasi classiche dell’UD, vedono una prima parte funzionale alla motivazione ed alla elicitazione delle conoscenze pregeresse. Una seconda parte che presenta un testo contenente il linguaggio target che attraverso una scoperta guidata viene fatto ricavare e sistematizzare allo studente. Infatti gli schemi presenti sono tutti aperti, sarà lo studente a completarli dopo aver lavorato sul materiale offerto. Segue poi una parte di pratica con attività che progressivamente da guidate diventano più libere. Vi è poi un'appendice finale (esercizi di rinforzo e di recupero) che offrono ulteriore materiali per esercitarsi. Le unità presenti cercano di lavorare sulle competenze espressive (prediligendo l‘orale sulla scritta), di comprensione (scritta e orale) ma anche la capacità di collaborare insieme e di lavorare a coppie o in  piccoli gruppi.

Esempio di unità didattica

Faq / domande frequenti

Domande generali

La prenotazione del corso deve generalmente essere effettuata con che anticipo?

Non esiste una dead line per iscriversi ai corsi. Generalmente le iscrizioni vengono accettate anche all’ultimo purché non venga superato il numero massimo di 15 partecipanti. Non appena viene raggiunto questo numero, le iscrizioni al corso si considerano chiuse.

Esiste un numero massimo di partecipanti al corso?

Si, ogni corso può contenere al massimo 15 partecipanti. Questo numero non è valido per i work shop ed incontri formativi dove il numero massimo di partecipanti è 25.

Qual è il periodo migliore per svolgere il tirocinio formativo?

Tirocinio può essere svolto in qualsiasi momento in base alle necessità del tirocinante e le disponibilità della scuola. Il nostro consiglio comunque è di fare il tirocinio dopo aver’ frequentato il corso di formazione in modo da avere già le conoscenze di base sulle dinamiche di classe e le metodologie d’insegnamento.

Tirocinio

E’ necessario svolgere il tirocinio presso la vostra scuola?

No. Il tirocinio può essere svolto in qualsiasi struttura pubblica o privata purché venga svolto nelle classi di Italiano per stranieri.

Quante ore di tirocinio sono necessarie per accedere al DITALS di I livello e quante per il DITALS di II livello?

Per accedere all’esame DITALS di I livello il candidato deve essere in possesso di un diploma di scuola media superiore e avere svolto attività didattica secondo una delle seguenti modalità:

  • avere insegnato per almeno 60 ore (qualsiasi materia, in qualsiasi scuola/ente pubblico o privato) di cui almeno 15 ore devono essere di insegnamento della lingua italiana a stranieri
  • avere svolto 60 ore di tirocinio in classi di italiano a stranieri
  • avere insegnato per almeno 60 ore nelle classi di italiano a stranieri

 

Per accedere all’esame DITALS di II livello il candidato in possesso di una laurea “specifica” deve avere svolto attività didattica secondo la seguente modalità:

  • avere insegnato italiano in classi di italiano a stranieri per un minimo di 300 ore 
  • se ha superato l’esame DITALS di I livello, deve integrare come di seguito indicato:
  • deve integrare con 60 ore di tirocinio o di insegnamento di italiano in classi di italiano a stranieri chi, per accedere all’esame DITALS I, ha effettuato 60 ore di insegnamento di materie diverse dall’italiano a stranieri.
  • deve integrare con 30 ore di tirocinio o di insegnamento di italiano in classi di italiano a stranieri chi, per accedere all’esame DITALS I, ha svolto almeno 30 ore di tirocinio in classi di italiano a stranieri e ha frequentato un corso preparatorio presso un ente monitorato dall'Universià per Strenieri di Siena

 

Per accedere all’esame DITALS di II livello il candidato in possesso di una laurea non “specifica” deve avere svolto attività didattica secondo i seguenti casi:

  • avere insegnato italiano in classi di italiano a stranieri per un minimo di 300 ore (insegnamento qualificato);
  • se ha superato l’esame DITALS di I livello, deve integrare come di seguito indicato:
  • deve integrare con 60 ore di tirocinio formativo in classi di italiano a stranieri, oltre alle 60 ore già effettuate per accedere al DITALS I

Per accedere all’esame DITALS di II livello, il candidato in possesso di un diploma di scuola media superiore deve avere superato l’esame DITALS di I livello per almeno 2 profili di apprendenti e avere svolto attività didattica secondo i seguenti casi:

  • deve aver insegnato la lingua italiana a stranieri per un minimo di 300 ore (insegnamento qualificato)

Per quante ore al giorno è possibile fare il tirocinio?

Questo dipenderà dalle disponibilità della scuola e dalle esigenze del tirocinante. Solitamente il tirocinio viene distribuito in minimo 3 massimo 6 ore al giorno per una durata complessiva dalle 5 alle 12 settimane.

Devo pagare per fare il tirocinio?

No. Per tutti i partecipanti al nostro corso il tirocinio è gratuito.

Le ore dedicate al corso di formazione possono essere conteggiate come tirocinio?

Nel corso di formazione sono comprese anche 6 ore di osservazione classe che vengono conteggiate nelle ore relative al tirocinio formativo.

Corso di formazione

Per frequentare il corso di formazione per gli insegnanti di italiano L2/LS è necessario essere in possesso di laurea?

No. Il nostro corso è aperto a tutti.

Il corso di formazione è dedicato solo a coloro che vogliono sostenere l’esame DITALS?

No. Il corso è dedicato a tutti coloro che desiderano approfondire la propria formazione glottodidattica e apprendere le più moderne tecniche d’insegnamento della lingua italiana a stranieri.

Se non ho nessuna esperienza nell’insegnamento dell’italiano a stranieri, posso partecipare lo stesso ai vostri corsi di formazione?

Assolutamente. I nostri corsi sono specialmente adatti a coloro che non hanno mai avuto esperienza nell’insegnamento della lingua italiana in quanto affrontano tutte le tematiche inerenti alla formazione glottodidattica, sia teorica che tecnico-pratica e tutti gli aspetti della professione di insegnante di italiano.

Quali riconoscimenti ha il vostro corso di formazione?

I nostri corsi di formazione sono riconosciuti e monitorati dal Centro DITALS dell’Università per Stranieri di Siena.

Le ore dedicate al corso di formazione possono essere conteggiate come tirocinio?

Nel corso di formazione sono comprese anche 6 ore di osservazione classe che vengono conteggiate nelle ore relative al tirocinio formativo.

Il corso di formazione mi permette di insegnare l’italiano solo all’estero oppure è valido anche per insegnare l’italiano in Italia.

Si, dopo aver frequentato il corso e sostenuto l’esame DITALS, sei abilitato ad insegnare l’italiano a stranieri sia in Italia che all’estero.

Esame DITALS

Se possiedo già un background nell’insegnamento delle lingue stranieri (inglese, italiano, francese …) posso accedere all’esame DITALS senza fare il tirocinio e/o il corso di formazione?

Purtroppo l'insegnamento di lingue straniere non apre nessuna corsia preferenziale ai fini dell'esame, ma è comunque un vantaggio avere un'esperienza di questo tipo.

In che tipo di scuola/struttura posso insegnare dopo aver ottenuto la certificazione DITALS?

Gli sbocchi lavorativi sono molteplici, soprattutto presso le scuole come la nostra che sono specializzate nell’insegnamento della lingua italiana o presso scuole di lingue straniere all’estero.

Dove posso svolgere l’esame DITALS?

L’esame viene tenuto presso la nostra scuola.

Formazione insegnanti italiano L2

Certificazione Ditals

Live support

Da Lunedi - Venerdi, 9.00  - 17.00  CET